Stufe a pellet senza canna fumaria 2015?

Stufe a pellet senza canna fumaria installazione: è possibile?

È una domanda che occupa spesso le pagine dei forum e l’interesse di molti potenziali clienti. Senza canna fumaria può davvero funzionare una stufa a pellet? Chi risponde “sì” non fa altro che alimentare la confusione che di frequente regola i comportamenti degli acquirenti. Si tratta, in altre parole, di un semplice espediente commerciale. Vediamo di chiarire la questione.

Una stufa a pellet può in effetti funzionare senza camino. A dispetto di una stufa a legna che funziona per tiraggio naturale, ovvero ha bisogno di una canna fumaria che crei il tiraggio sufficiente alla combustione della legna, una stufa a pellet funziona per tiraggio forzato. Ciò significa che i fumi di combustione sono espulsi da un ventilatore elettrico.

Dal punto di vista tecnico, quindi, per far bruciare il pellet in modo corretto, potrebbe bastare appoggiare la stufa a una parete perimetrale e scaricare i fumi direttamente all’esterno, anche a livello della stufa.

Quali sono i limiti delle Stufe a pellet senza canna fumaria?

Bisogna tener conto però che i fumi di una stufa a pellet possono toccare temperature di 200/300 °C, prodotti da combustibile solido, molto più pesanti quindi di quelli di una comune caldaia a gas. Ragione che rende necessaria una loro dispersione particolare, tale da non arrecare danni a cose e persone.

Quanto alla possibile installazione a parete dello scarico della stufa a pellet, avrete scarse probabilità che l’intervento passi inosservato, come accade spesso per una caldaia a gas (installazione comunque fuori norma).

Vanno tenute presenti le norme edilizie e sanitarie che impongono lo scarico dei fumi di combustibile (qualunque combustibile) oltre il colmo del tetto. Vi sono poi le motivazioni relative alla sicurezza, che portano a preferire almeno qualche metro di canna fumaria. Un comignolo posto almeno un paio di metri sopra il livello del braciere crea il tiraggio naturale sufficiente ad espellere i fumi all’esterno anche senza il supporto del ventilatore preposto allo scopo.

L’introduzione della normativa UNI 10683

La stufa sprovvista di canna fumaria poteva prevedere l’impiego di uno scarico a parte, questo almeno fino al 2012, anno della pubblicazione della normativa UNI 10683, inerente ai Generatori di calore alimentati a legna o altri biocombustibili solidi.

Questa rende necessaria l’evacuazione dei fumi attraverso tubazioni che vadano a superare il solaio di copertura. Lo scarico deve finire a tetto con un componente a fungo oppure con un più classico comignolo, così da facilitare il tiraggio naturale qualora si determinino malfunzionamenti all’impianto elettrico (di solito il tiraggio della stufa a pellet si realizza grazie all’impiego di una ventola elettrica).

Stufe a pellet senza canna fumaria per condomini

Prima della norma UNI 10683, l’implementazione della stufa a pellet senza canna fumaria era sfruttata nei condomini, dove si vuole installare un impianto di questo tipo. Adesso, essendo vietato lo scarico a parte, è una opzione molto più complessa da realizzare e indubbiamente più costosa.

Insomma, norme tecniche, sicurezza e buon vicinato conducono a una semplice constatazione: le stufe a pellet hanno bisogno di canna fumaria.

Pellet Prezzo Migliore: quale scegliere

Pellet polonia opinioni e i prodotti più interessanti Pellet polonia opinioni e caratteristiche di pellet Polar La Polonia è una nazione importante in Europa in fatto di produzione di pellet, anche se non sempre la sua offerta è presa in esame dai consumatori. Quali sono quindi i principali pellet po...
Detrazioni fiscali pellet 50% fino a giugno 2013 Quali sono le detrazioni fiscali pellet? Secondo il Decreto Crescita e Sviluppo (DL 83/2012), pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 147 del 26 giugno 2012, sono riportate significative novità in merito alle detrazioni fiscali pellet e, più in gene...
Pellet certificato En plus e Gold Pellet certificato En plus Riconoscere un pellet di buona qualità non è sempre un'operazione semplice. Spesso infatti è possibile commettere errori grossolani anche se si ha una certa conoscenza del prodotto, dato che è molto difficile definire ...
Pellet: fare sempre attenzione alle truffe online E' stato smascherato l'imprenditore albanese di Terni che vendeva pellet in tutta Italia a un prezzo ipercompetitivo. Le trattative avvenivano per via telematica e portavano molti clienti a cadere nel tranello di questo imprenditore che si qualificav...
Stufe a pellet in condominio, obblighi e oneri del proprieta... Quando si vive in un condominio e si decide di installare una canna fumaria privata per la propria stufa a pellet, è necessario prendere in considerazione diversi aspetti. In primo luogo è importante sapere che gli obblighi e le responsabilità gra...
Energia da biomassa: un settore in crescita Energia da biomassa: un settore in crescita. Contrariamente a quanto succede in molti degli altri settori delle energie rinnovabili, che mostrano segnali d’affanno, nel riscaldamento da biomasse si riscontrano da tempo tendenze assolutamente positi...
contemporary-pellet-wood-stove-ceramic-6479-1702865