Come funzionano le stufe a pellet?

Come funzionano le stufe a pellet? Quali i vantaggi associati? Le stufe a pellet sono state protagoniste di una progressiva quanto intensa diffusione a livello planetario. Un risultato merito dell’affidabilità e della sostenibilità, ambientale ed economica, relative al suo funzionamento. Il pellet è infatti un combustibile ottenuto dagli scarti del legno ed è venduto nella forma di piccoli pezzi di legno essiccato di forma cilindrica.

Si tratta di un combustibile di natura vegetale facilmente trasportabile e utilizzabile. Il principale pregio riguarda l’ottimo rendimento delle stufe a pellet, che può toccare il 90% qualora il pellet impiegato risulti di buona qualità. Dobbiamo anche considerare il costo, che risulta alquanto accessibile: i sacchi hanno un peso variabile dai 12 ai 15 chili per una spesa corrispondente che oscilla dai 3 agli 8 euro.

Come capire se il pellet impiegato è di buona qualità? Per comprendere affondo come funzionano le stufe a pellet e sfruttarne i vantaggi richiede la scelta di un pellet di buona qualità. Anzitutto prendete in esame il colore, che dovrebbe essere di un bianco uniforme. Non devono comparire nella composizione vernici, terra oppure sostanze chimiche e deve risultare asciutto. Se il pellet risulta umido si riduce di molto la capacità di riscaldamento della stufa.

In merito alla potenza delle stufe a pellet, abbiamo un ventaglio molto articolato che va dai 2 ai 100 Kw. Possiamo quindi riscaldare ambienti di dimensioni molto diverse. Una stufa da 12 Kw dispone di una potenza capce di riscaldare fino a 100 mq.

Come funzionano le stufe a pellet? Quali i vantaggi associati?