Mercato pellet l’espansione continua

Mercato pellet l’espansione continua. Il mercato del pellet continua la sua espansione non solo in Italia, ma nel mondo.  Stando ai dati diffusi in occasione del Forlener 2013, ogni anno vengono consumate circa 16 milioni di tonnellate di questo materiale su scala mondiale.

Per i prossimi anni è prevista un’ulteriore  crescita a livelli esponenziali, si stima  che nel 2020 si dovrebbe raggiungere il valore di 80 milioni di tonnellate di pellet consumate in un anno. In Italia il mercato pellet riguarda quasi esclusivamente il riscaldamento domestico di abitazioni o piccoli esercizi commerciali, mentre la metà del pellet prodotto nel pianeta è destinata alla produzione di energia elettrica.

Nel nostro Paese la domanda di pellet ad uso domestico nel 2011 era di circa 1.900.000 tonnellate, ma  si prevede che già nel 2015 dovremmo superare la quota di 3 milioni di tonnellate, per arrivare nel 2020 a quota 4,2 milioni di tonnellate. I sacchi di pellet negli ultimi anni sono diventati una presenza fissa anche nell’ambito della grande distribuzione organizzata, soprattutto per quello che riguarda il Nord Italia, dove la domanda è nettamente superiore al resto d’ Italia.

Questa espansione del mercato pellet è avvenuta in tempi relativamente ridotti. La vendita di stufe a pellet ha visto, dal 1999 al 2005, un incremento medio del 49% annuo; e un rialzo improvviso del 137% nel 2006 . Il 2007 e il 2008 hanno visto un grosso calo delle vendite (- 37%), seguito da una ripresa abbastanza insignificante. Nel 2011 si contavano in totale poco più di 1.561.000 stufe a pellet installate.

mercato pellet