Pellet: anno record per esportazioni dal nord America

La rivoluzione in campo del risparmio energetico che negli ultimi anni ha raccolto numerosi consensi in Italia e nel mondo è l’utilizzo del pellet, usato sia per il riscaldamento di ambienti ma anche nelle diverse centrali che producono energia con basso impatto ambientale.

Si è diffusa sempre più la tendenza ad utilizzare il pellet per riscaldare gli ambienti, negli ultimi due anni infatti le esportazioni di pellet dal nord America hanno subito un sostanziale incremento tanto da raddoppiare addirittura la quantità di pellet richiesto ed esportato.

Il pellet, materiale di scarto del legno utile e riutilizzabile per il riscaldamento di ambienti casalinghi viene utilizzato sempre più dalle centrali per la produzione di energia, con un basso costo e a impatto zero per l’ambiente visto il materiale assolutamente naturale e privo di combustioni nocive per l’ambiente.

Le principali spedizioni in Europa sono però destinate a diminuire a causa della chiusura di un impianto di biomassa del Regno Unito anche se i volumi sono raddoppiati nel secondo trimestre del 2013 rispetto allo stesso trimestre dell’anno 2011.

Il principale esportatore di pellet dal nord America è sicuramente il Regno Unito che ha raggiunto negli ultimi anni notevoli risultati arrivando ad esportare circa 2Q per l’anno 2013, diverse sono le centrali elettriche che utilizzano il pellet come combustibile utile a produrre energia elettrica soprattutto per il Regno Unito che però è ancora in fase di crescita e di espansione del settore, ma che nei prossimi anni tenderà ad aumentare notevolmente i propri volumi.