Pellet migliore resa: come scegliere il pellet giusto?

Pellet migliore resa calorica: come orientarsi nel mercato

Sono tante le tipologie di pellet disponibili, è facile quindi cadere nel dubbio della scelta. Vari i fattori da considerare, il più rilevante dei quali è la resa termica, da porre sempre in rapporto al prezzo e ad altre specifiche tecniche.

Il pellet è una biomassa molto diffusa nell’ambito del riscaldamento domestico, sia in Europa che in molti Paesi di tutto il mondo. Un primo parametro per la scelta del pellet migliore è costituito dalle informazioni reperibili sulla confezione, la cosiddetta scheda tecnica.

La resa calorifica del pellet è dipesa, in misura prevalente, dal legno impiegato nella sua produzione. È necessario quindi chiedersi: qual è il tipo di legno di origine? Tra le migliori proposte abbiamo il legno vergine di abete e faggio. Importante anche il colore del pellet, da porre sempre in rapporto alla tipologia di legno adottata.

Anche la consistenza del materiale ha un impatto sulla resa e soprattutto sul residuo di cenere. È consigliato inoltre selezionare un prodotto che disponga di forme e misure regolari, nel rispetto dei parametri indicati sulla confezione. Non devono essere presenti molti residui di segatura.

Pellet migliore resa: certificazioni e altri fattori rilevanti

I cilindretti di pellet di buona qualità devono presentarsi inoltre lisci, compatti e lucidi. Vanno poi considerati, sempre sulla confezione del prodotto, il potere calorifero, il residuo di ceneri, il luogo di provenienza e altre informazioni. Badate inoltre alla presenza di certificazioni di qualità, in base alle direttive internazionali, quali la DIN51731 o la O-NORM M7135.

Appare rilevante anche l’integrità della confezione, il pellet è infatti molto suscettibile all’umidità e tende ad assorbirla. Questa può così ridurre il potere calorifico del prodotto. Il potere calorifico è indicato dall’unità di misura KWh/kg: tanto più è alto questo valore, maggiore sarà il potere calorifico del pellet considerato.

Molto rilevante è anche il valore relativo alla voce “cenere residua”, ovvero lo scarto generato dalla combustione del pellet. La cenere residua deve essere sempre inferiore all’1%, questa va a intasare la stufa e incrostandosi rende le performance del bruciatore meno efficiente.

In linea di massima il pellet di qualità deve presentare una resa calorica maggiore del 5 KWh/Kg, una bassa soglia di umidità, una cenere residua inferiore all’1% e un buon processo di confezionamento, con una scarsa quantità di segatura.

Per avere un quadro globale delle differenti tipologie di pellet, vi invitiamo a visitare la sezione dedicata del nostro portale.

Pellet Prezzo Migliore: quale scegliere

Stufa a pellet controllata a distanza La stufa a pellet è il sistema di riscaldamento che si sta diffondendo a macchia d’olio in tutto il territorio italiano, anche se ad un ritmo più lento, la stufa a pellet è un dispositivo che produce calore bruciando il pellet ricavato da scarti del ...
Stufe a pellet 2014, gli ultimi modelli del mercato. Stufe a pellet 2014, gli ultimi modelli del mercato. Durante gli ultimi anni le stufe a pellet hanno registrato un grande sviluppo portando alla sostituzione di termosifoni e camini, in modo particolare in appartamenti cittadini dove la funzionalità ...
Come utilizzare il pellet? Quali sono gli strumenti più effi... Come utilizzare il pellet? Quali sono gli strumenti più efficienti? Il pellet è impiegato molto di frequente per il riscaldamento, lo troviamo quindi associato all’uso di stufe e caldaie. Ma non sono solo questi gli strumenti che sfruttano il noto co...
Stufe a pellet in condominio, obblighi e oneri del proprieta... Quando si vive in un condominio e si decide di installare una canna fumaria privata per la propria stufa a pellet, è necessario prendere in considerazione diversi aspetti. In primo luogo è importante sapere che gli obblighi e le responsabilità graver...
Tutto sul pellet Volete conoscere tutto sul pellet? Una volta acquistata una stufa per il riscaldamento della casa, è essenziale disporre di tutte le informazioni utili all’acquisto del pellet. Orientarsi in un mercato così denso di proposte non è affatto facile. I d...
Risparmiare sul riscaldamento: perché scegliere il pellet? Risparmiare sul riscaldamento di casa Risparmiare sul riscaldamento è ormai una priorità assoluta per milioni di italiani, già stremati dagli effetti della crisi. L’abbattimento di questi costi non si realizza solo con piccoli e preziosi accorgiment...
Pellet migliore resa