Pellet prezzo più basso: come risparmiare e sceglierlo?

Pellet prezzo più basso: come risparmiare e sceglierlo? Gli attuali prezzi questo particolare combustibile permettono a una stufa a pellet di ridurre le spese di riscaldamento da 100 a oltre 1.200 euro, in base alla tipologia di impianto che si intende integrare.

È una soluzione valida per scaldare le nostre abitazioni e che risulta sempre più popolare nella nostra Penisola. In Italia, infatti, sono circa 1,7 milioni le stufe a pellet, mentre circa sono 50-60mila le caldaie a uso domestico. Nel complesso abbiamo comunque un mercato piuttosto di nicchia, sebbene in crescita importante.

Secondo l’Associazione Italiana Energie Agroforestali, il primo semestre 2013 ha registrato una crescita del 30% rispetto allo stesso semestre dell’anno precedente. Le stufe e le caldaie in pellet possono godere anche di diversi incentivi.

Pellet prezzo più basso: tutte le detrazioni e gli incentivi. Il bonus principale è rappresentato dalle detrazioni fiscali per le ristrutturazioni edilizie, che riguardano anche l’acquisto ex novo e prevedono il rimborso della percentuale di spesa sotto forma di detrazione Irpef. Un meccanismo ripartito su 10 anni.

Dobbiamo poi valutare l’opportunità del conto termico, un contributo variabile in base alla zona climatica e alla potenza installata che viene erogato in due anni, ma che tocca solo le sostituzioni di apparecchi già installati: stufe a legna, vecchie stufe a pellet, e, per quanto attiene le caldaie, caldaie a biomassa o a gasolio.

Puoi trovare maggiori informazioni su tutte le opportunità nel resto del nostro articolo.

pellet prezzo più basso