Perché scegliere pellet prestagionale?

Perché scegliere pellet prestagionale? Come riconoscere un prodotto di qualità? Con l’arrivo dell’autunno la domanda di pellet cresce molto rapidamente e il prezzo di sale in modo esponenziale a partite da settembre, raggiungendo il picco nei mesi di dicembre e gennaio. Come risparmiare? Basta acquistare il pellet prestagionale, ovvero il pellet reperibile in estate.

Quando ci si accinge a comprare pellet si teme sempre, soprattutto se non si hanno competenze nel settore, di acquistare un articolo di scarsa qualità e che non produca quindi il rendimento termico desiderato. Nel nostro approfondimento vi proponiamo un metodo semplice e pratico per riconoscere un pellet di buona qualità.

Per essere di qualità, il pellet deve risultare molto compatto quindi per riconoscere un prodotto scadente da uno di qualità è sufficiente prendere dei tocchetti di pellet e immergerli in acqua, mezzo bicchiere sarà sufficiente. Una volta immersi i tocchetti, dovrete attendere circa dieci secondi prima di prelevarli dall’acqua. Se stringendo il pellet tra le dita questo si sgretola, il prodotto è scadente.

Infine se il pellet che si è preso in considerazione è di cattiva qualità, si potrà notare che i tocchetti ancora immersi in acqua aumentano di volume nel giro di pochi secondi. Ulteriore conferma che il pellet è poco compatto e quindi anche nel momento della combustione tenderà a sfaldarsi velocemente, offrendo un rendimento termico molto basso.

pellet prestagionale