Riscaldamento a pellet: scopri come ottimizzare i costi

Riscaldamento a pellet: scopri come ottimizzare i costi, ottenendo i migliori risultati. Per avere una casa sempre calda in inverno e ottimizzare i consumi è consigliato scegliere con cura la tipologia di riscaldamento utilizzata. Il prodotto sul mercato, più adatto a queste esigenze, è la stufa a pellet, che permette di alzare velocemente la temperatura dell’ambiente, mantenendo bassi sia i costi che l’impatto ambientale.

Con l’utilizzo del pellet, infatti, vi è un enorme risparmio energetico. Inoltre questo combustibile è molto adatto ad ambienti umidi, poiché, producendo un “calore sano” tipico della combustione di biomasse, tende ad asciugare sia l’aria, sia i muri in maniera incisiva rispetto ad un impianto a metano.

Lo stesso servizio si può ottenere da una stufa a legna ma, al di là della tecnica di riscaldamento, ci sono delle differenze notevoli nella gestione. Nel caso di riscaldamento a legna si ha innanzitutto la difficoltà di reperire legname di qualità da ardere, inoltre la stufa a legna può creare disagi nelle pulizie domestiche poiché tende a liberare molta più fuliggine e la pulizia, anche della stessa stufa, è molto più complessa.

Il riscaldamento a pellet è molto più comodo invece: per reperire del pellet di qualità basta essere attenti alle etichette di garanzia apposte nelle buste al momenot dell’acquisto. Per quanto riguarda le pulizie domestiche, il pellet non sporca e per pulire la stufa basta svuotare la cassetta di raccolta della cenere.