Stufe a pellet ad aria calda, cosa c’è da sapere

Le stufe a pellet ad aria calda umidificata rappresentano un sistema pratico e comodo per riscaldare un’abitazione. Questo impianto sfrutta, infatti, il combustibile ecologico di facile reperimento e funziona automaticamente mediante la centralina elettronica. Con bassi costi di gestione e con un’alta resistenza alle temperature, la stufa a pellet ad aria calda consente di regolare la fiamma, la temperatura e le fasi dell’accensione e dello spegnimento. L’umidificatore incorporato permette agli inquilini di poter godere di un calore sano che non fa seccare la gola, né favorisce l’insorgere di disturbi ed allergie.

L’utilizzo del pellet è stato caratterizzato da un forte incremento negli ultimi anni in Italia per l’economicità garantita a favore del riscaldamento dell’ambiente domestico, la possibilità di programmarne l’utilizzo in diverse fasce orarie, giornalmente e settimanalmente; la facilità nel trasporto e nello stoccaggio rispetto a quanto avviene con la legna. Tutte le stufe a pellet ad aria calda sono caratterizzate da un serbatoio per la raccolta del combustibile che permette di assicurare l’autonomia nel riscaldamento senza dover caricare di continuo l’impianto e da un microprocessore che ne valuta il dosaggio giusto in modo da far raggiungere la temperatura ideale per l’ambiente. La possibilità di programmazione è importante per chi intende trovare la casa già riscaldata al rientro dal lavoro. Una volta ottenuta la temperatura giusta e desiderata, la stufa si imposta automaticamente in un regime minimo che poi aumenta nel caso di abbassamento di temperatura.

Di grande importanza, inoltre, l’aspetto della pulizia e della manutenzione in quanto le termostufe ad aria vantano un ciclo di pulizia del braciere automatico ad intervalli prestabiliti che permette di mantenere una pulizia costante durante il funzionamento, assicurando al contempo una qualità della fiamma ottimale. Veloce e pratica è anche la pulizia periodica dello scambiatore. Il cassetto con la griglia conserva la cenere anche per alcuni giorni senza spargerla per tutta la casa. Tra gli svantaggi della stufa a pellet ad aria calda c’è sicuramente, come per le altre che utilizzano tale combustile ecologico, il limite dell’alimentazione di energia elettrica per l’accensione della prima fiamma. Per il tempo successivo la stufa usufruisce, infatti, del sistema di ventilazione di aria forzata che permette consumi più limitati. In caso di black out vi è il rischio serio di restare senza riscaldamento in quanto senza corrente elettrica le stufe a pellet smettono di funzionare.

di Tiziana Casciaro

Stufe a pellet ad aria calda